La scrittura e le malattie

Scitto 4 Apr 04 2012 da Corrado

Il sistema nervoso e il complesso apparato mentale hanno il compito  di tutelare  la persona dallo stress negativo psichico e mentale causato  da problemi dell’affettivita’, del comportamento , della vita di relazione o lavorativa.

Questo accade tramite  complesse funzioni  di segnale di allarme  o di difesa che di volta in volta segnalano  situazioni pericolose e cercano di trasformarle da passine in attive,  da distruttive in situazioni costruttive,  cercano cioe’ di padroneggiarle.

Se nonostante  i meccanismi di difesa  è presente un disequilibrio entra in azione un sistema di emergenza che è la spia di uno scompenso psichico.

Esistono  vari disturbi psicologici che poi si trasformano in disturbi fisici, con organi bersaglio e questi rappresentano un segnale importante di scarso benessere psichico, di non serenità interiore, di blocco dell’affettivita’ .

La TENSIONE  è creata inizialmente  da  uno stato di disagio , che può essere occasionale o  costante, di varia gravita’, e questa attiva dei meccanismi di difesa, quando questi non sono sufficienti   e la situazione conflittuale e’ costantemente presente si crea uno STATO DI AGGRESSIVITA’.

L’aggressivita’ e la rabbia possono essere manifeste , espresse, che escono da se’, possono essere interiorizzate  o  spostate su qualcos’altro.

L’AGGRESSIVITA’  TRATTENUTA PUO’ TRASFORMARSI IN STADI AUTOLESIVI, O DISTURBI PSICOSOMATICI.

Dal punto di vista grafologico possiamo  diagnosticare  le varie forme di aggressivita’

 

I

I segni grafici di un’aggressivita’ costruttiva e di una distruttiva  sono evidenti, e la seconda  priva e impoverisce l.’individuo delle frisorse necessarie, causa una difficile gestione  dell’emotivita’ e instabilita’.

 

Possiamo  descrivere i DISTURBI DELLA NUTRIZIONE,  come forma di aggressivita’ auto lesiva, perche’ è noto che il cibo assume  una importanza fondamentale nell’uomo  che fin da bambino  associa con l’affettivita’, con componenti emozionali rilevanti.

I disturbi della nutrizione con squilibrio noti possono essere sostanzialmente riuniti  in due quadri tipici opposti:

ANORESSIA e IPERFAGIA . ma ci sono in realta’ tanti altri disturbi o fissazioni legate alla nutrizione.

Dal punto di vista grafologico possiamo diagnosticare l’oralita’ passiva ,  da quella attiva, il desiderio di controllo e dominio della realta’, la scarsa autostima, la carenza affettiva, l’inibizione  della espressione empotiva, la necessita’ di affermazione  unitamente alla scarsa autonomia, la solitudine, la sensazione profonda di incompletezza di se’.

I DISTURBI  gastrointestinali

Si può parlare di organi bersaglio, ossia descrivere come alcune manifestazioni emotive , forti tensioni o repressioni dell’espressivita’ e dei sentimenti , ci possano rilevare  delle caratteristiche forme di manifestazioni somatiche legate alla psiche.

Possiamo citare  alcuni disturbi  conosciuti come:

gastriti e ulcere

coliti

problemi legati alla scarsa evacuazione

Dal punto di vista grafologico

L’ulceroso per esempio e’ irritabile, è presente un conflitto tra ambizione e bisogno di riconoscimento, stato di preoccupazione, ansia, iperattività, autoaggressivita’, con segni caratteristici che rilevano la sua predisposizione

 

 

 

 

 

 

 

 

La tenacia, l’ostinazione , il senso del dovere, l’attaccamento all’ordinne il pessimismo, con i segni per esempio del tracciato rigido, la pressione ispessita, l’invadenza dello spazio, l’inclinazione pendente e parallela, gli occhielli angolosi sono tipici di un soggetto nella fase ANALE.

 

I DISTURBI CARDIOVASCOLARI

Esistono  predisposizioni  ai disturbi cardiovascolari legati a disturbi del comportamento quali blocchi, ansie, inibizioni che possono indurre il soggetto a somatizzare  ed a creare  a lungo andare disturbi  a organi beraglio come il cuore, e’ chiaro  che in questo ambito si escludono le malformazioni, le conseguenze di  altre malattie.

L’emotivita’ e le risposte emotive  sono legate  al sistema neurovegetativo, in caso di allarme, di pericolo vago o certo causano delle risposte automatiche, innalzamento della soglia di attenzione  e stato di all’erta.

Si vengono a creare  dei cambiamenti di natura organica, aumento della respirazione fino al blocco del respiro, aumento del battito cardiaco, secrezione di adrenalina, aumento della contrazione muscolare.

In stato di all’erta un individuo mette in azione tutti i meccanismi  che lo preparano ad una difesa, il cuore ha pulsazioni più frequenti, lavora maggiormente, ed un perenne stato di questo tipo può causare sovraffaticamento, tachicardia e quindi a lungo andare disturbi cardiaci.

La repressione dei sentimenti ed il controllo emozionale può provocare uno stato di tensione  latente che  può  venire sommato ad altri fattori quali affaticamento , o eccessivo carico di responsabilita’  .

LO STUDIO DELLA GRAFIA , puo’ rivelare in questo senso una predisposizione alle malattie cardiocircolatorie , INFARTO, IPERTENSIONE

LA GRAFIA DELL’INFARTO

ATTRAVERSO L’ANALISI DELLA GRAFIA SI RILEVA QUINDI  LA CHIARA  PREDISPOSIZIONE O L’EFFETTIVA PRESENZA DI DISTURBI  ORGANICI LEGATI A  CONFLITTI, TRAUMI, DISTURBI, O VIZI DI COMPORTAMENTO.

ALTRE SOMATIZZAZIONI POSSONO RIGUARDARE

 LA TESTA

CEFALEE RICORRENTI CON INTENSITA’ DI DOLORE DIFFUSA

Che riguardano un soggetto con passato  emotivo alle spalle, bassa soglia di  tolleranza allo stress, difficoltà a manifestare i propri  pensieri , congestione di emozioni e pensieri che tolgono attenzione e concentrazione.

 

DISTURBI RESPIRATORI

ASMA

Che riguardano un soggetto sensibile con marcata reattivita’ e labilita’, difficolta’ a tollerare l’attesa, , costante richiesta affettiva, difficoltà o scarsa capacita’ di sgogare  il dolore

Comments

comments

Leave a comment